22/01/2012 – Partita decisamente dai due volti quella vista oggi al campo Invernici di Brescia: prima della fine del primo tempo i padroni di casa avevano già realizzato quattro mete e lo score diceva 26-0. Prima del riposo però inizia la rimonta degli Squali che, con una meta tecnica, si portano sul 26-7 che chiude la frazione. Nel secondo tempo è tutta un’altra musica e i recchelini vanno a segno ancora tre volte, portandosi fino al vantaggio per 28-26: dunque un parziale di 28-0! A tre minuti dalla fine però arriva la beffa che vanifica la fantastica rimonta: il Brescia segna e trasforma e l’incontro finisce 33-28.
Il primo tempo per i ragazzi di Ceppolino è di quelli davvero da incubo: Brescia a segno all’8’ (Hoskings), al 13’ (Azzini), al 17’ (Bonifazi) e al 27’ (Romano), con tre trasformazioni di Hosking. E siamo 26-0. Il Recco finalmente rialza la testa e allo scadere si guadagna una meta tecnica che Agniel trasforma: 26-7 e si va negli spogliatoi.
Nella ripresa gli Squali fanno quello che non hanno fatto nella prima frazione, cioè concentrarsi e giocare: così vanno a segno Agniel, arriva un’altra meta tecnica (sempre per falli ripetuti in mischia) e segna Salsi; Agniel le trasforma tutte e tre e il risultato si ribalta sul 26-28 per gli ospiti (parziale di 0-28, dopo il 26-0 precedente). Ma la partita non è finita, il Brescia non cede, il Recco pasticcia un po’ in difesa e, a tre minuti dalla fine, arriva la beffa: lombardi a segno (con Gabba, trasforma Hosking) e 33-28 finale.
Coach Ceppolino non può certo essere contento della prestazione dei suoi giocatori: va bene la rimonta, che ha dimostrato che la squadra se vuole il carattere e le capacità le ha, ma il 26-0 in meno di trenta minuti, frutto di un approccio alla partita totalmente sbagliato e assai diverso da quello messo a punto durante gli allenamenti, non è certo un motivo di soddisfazione. Anzi, la rimonta ha un po’ l’effetto della beffa, perché fa molto pensare riguardo a quello che avrebbe potuto essere il risultato finale se solo gli Squali avessero giocato con testa e voglia dal primo minuto e non solo dal quarantesimo.
Brescia si è dimostrata la solita squadra tosta, solida e molto difficile da affrontare sul campo di casa, ma è certo che oggi il Recco ci ha messo molto del suo per non portare a casa il risultato.
In virtù delle quattro mete segnate e del poco distacco nel punteggio gli Squali, nonostante la sconfitta, hanno ottenuto due punti in classifica, portandosi così a quota 34, pari merito con Udine. Brescia rimane dietro ma molto vicino con 32 punti, mentre subito davanti c’è Firenze a 36, che insegue Modena e Accademia a 37 (ma l’Accademia ha una partita in più). Il gruppo di testa si è ormai chiaramente distanziato: i Lyons hanno 47 punti, il San Donà 49 e le Fiamme Oro 55. Dietro al Brescia un’altra spaccatura: Verona a 18 punti, Milano a 7 e Livorno a 5.
Tra sette giorni, nell’ultima partita che precede la prima pausa per il 6 Nazioni, a Recco arriverà il Grande Milano, in chiara difficoltà in questo campionato di A1: un’occasione d’oro per gli Squali, che hanno bisogno di punti per restare in una posizione di classifica non solo tranquilla, ma anche proiettata verso la parte medio-alta della graduatoria.

Tabellino:

Rugby Banco di Brescia – Pro Recco Rugby 33-28 (26-7)

Rugby Banco di Brescia: Bonifazi; Locatelli; Gabba; Squizzato; Quaranta; Hosking; Prezioso; Groenewald; Rizzotto; Romano (40’s.t. Ferretti); Pedrazzani; Miglietti (33’ s.t. Pedrazzani L.); Magli (1’ s.t. Catiglia); Azzini; Cherubini (18’ s.t. Anselmi)
A disposizione:, Romano, Gandolfi, Secchi Villa G., Bosio.
Allenatore: Molinari

Pro Recco Rugby: Ansaldi; Del Ry; Bisso; Torchia (5’s.t. Zanzotto); Cinquemani; Agniel; Villagra; Salsi; Tonini (8’s.t. Orlandi); Giorgi; Bonfrate (8’ Vallarino, 28’s.t. Malgieri); Lopez; Galli; Noto; Casareto (1’s.t. Hobbs)
A disposizione:Esposito, Besio.
Allenatore: Villagra.

Arbitro: Colantonio di Roma.

Marcatori: p.t. 8’ meta Hosking tr. Hosking, (7-0), 13’ meta Azzini (12-0), 17’ meta Bonifazi tr. Hosking (19-0), 27’ meta Romano tr. Hosking (26-0), 41’ meta tecnica Recco tr. Agniel (26-7); s.t. 12’ meta Agniel tr. Agniel (26-14), 20’ meta tecnica tr. Agniel (26 – 21), 32’ meta Salsi tr. Agniel (26-28), 37’ meta Gabba tr. Hosking (33-28).

note: cartellini gialli s.t. 16’ Prezioso

punti in classifica Rugby Banco di Brescia 5, Pro Recco Rugby 2